Support 800 335 335
News

News

  • Home
  • News
  • Aggiornamenti sull’Ecobonus
11/02/2019

Aggiornamenti sull’Ecobonus

Aggiornamenti sull’Ecobonus 1

La nuova Legge di Bilancio (Legge 31.12.2018 nr. 302) proroga per tutto il 2019 le condizioni d’accesso alle detrazioni fiscali per ristrutturazioni edilizie e interventi di riqualificazione energetica.

Ristrutturazioni edilizie e sgravi del 50%

La detrazione del 50% è riconfermata per ristrutturazione edilizia, manutenzione ordinaria, straordinaria, restauro e risanamento conservativo, su singole unità e parti comuni degli edifici residenziali, per un massimo di spesa di 96.000€, suddivisi in 10 quote annuali di pari importo.

Ecobonus. Detrazione fiscale del 65%

La detrazione del 65% è prevista per interventi volti al risparmio energetico, per un massimo di spesa di 100.000 €, da suddividere in 10 anni, per:

  • Coibentazione dell’involucro
  • Sistemi di Building Automation
  • Adozione di Pompe di Calore
  • Installazione Collettori Solari
  • Adozione di Scalda acqua a PDC - Pompa di Calore
  • Installazione di Generatori di aria calda a condensazione
  • Generatori ibridi, con Pompa di Calore integrata alla Caldaia a Condensazione
  • Caldaie a condensazione di Classe A+ con sistema di termoregolazione evoluto come ad esempio la Sonda Esterna e Comando Remoto di Perfecta

Altri interventi ammessi all’aliquota di detrazione al 50%:

  • schermature solari
  • sostituzione di serramenti e infissi
  • caldaie a biomassa
  • caldaie a condensazione, con efficienza stagionale media pari a quelle di classe A

Condomini. Detrazioni tra il 70/75%

Gli interventi sulle parti comuni dei condomini godono di aliquote più alte - dal 70 e al 75% - per interventi di coibentazione dell’involucro, con superficie maggiore del 25% di quella disperdente, e riduzione del rischio sismico, per spese sostenute dal 1 gennaio 2017 al 31 dicembre 2021, con limite massimo di 40.000 €, per numero di unità del condominio.

La detrazione aumenta rispettivamente al 80 / 85% per coibentazione di involucro con superficie maggiore al 25% di quella disperdente e la riduzione di 1 / 2 o più classi di rischio sismico

Pubblica Amministrazione e Conto Termico 2.0

Il Conto Termico 2.0 incentiva gli interventi per l’efficienza energetica e la produzione di energia termica da fonti rinnovabili. Dei fondi stanziati - 900.000.000 € di annui - 200.000.000 sono destinati alle Pubbliche Amministrazioni. Le principali novità:

  • ampliamento dei soggetti ammessi
  • aumento degli impianti e degli interventi ammissibili
  • tempi di erogazione incentivi ridotti da 6 a 2 mesi
  • limite di erogazione con unica rata aumentato da 600 a 5.000 €
  • aumento della remunerazione per Pompe di Calore elettriche e a gas
  • nuovo metodo di calcolo d’incentivo sul solare termico, su producibilità e non più sul m2

L’isolamento termico in zone climatiche E/F godrà dell’incentivo del 50%. Se accompagnato dall’installazione di nuovo impianto di climatizzazione invernale, l’incentivo passa al 55% per entrambi gli investimenti.

La trasformazione del patrimonio edilizio esistente in edifici NZEB - “a energia quasi zero” - godrà dell’incentivo del 65% sull’investimento totale.

Diagnosi energetiche e redazione dell’APE - Attestato di Prestazione Energetica - sono incentivate al 100% per le Pubbliche Amministrazioni e al 50% per i privati, unicamente per interventi di trasformazione NZEB e interventi di isolamento termico sulle superfici opache.

 Per conoscere gli incentivi ottenibili con le tecnologie Baltur, contatta l’Agente di zona o i Servizi Aziendali Prevendita e Customer Care.

Cookies help us deliver our services. Using these services, you agree to the use of cookies on our part. Info