Support 800 335 335
News

News

  • Home
  • News
  • Caldaia a condensazione versus caldaia tradizionale
10/10/2017

Caldaia a condensazione versus caldaia tradizionale

Coloro che hanno ancora una caldaia di vecchia generazione potrebbero essere scettici nei confronti delle nuove caldaie a condensazione, le uniche ammesse per i costruttori a partire dal 26 settembre 2015 recependo, peraltro in ritardo, la Direttiva Europea per la progettazione ecocompatibile dei prodotti energivori, 2005/32/CE - Eco Design.

Noi di Baltur ci auguriamo che l’adeguamento degli impianti esistenti avvenga senza ulteriori rinvii per gli evidenti vantaggi che le caldaie di ultima generazione garantiscono - da una parte l’agio dell’utente dall’altra i benefici ambientali - in linea con la nostra mission:  migliorare l’efficienza energetica e ridurre l’impatto ambientale.

Comfort e risparmio per l’utente

A fronte di un migliorato comfort abitativo, l’utente può godere di un importante risparmio economico. Le nuove caldaie a condensazione offrono infatti ottime performance e ridotti costi di gestione.

Il rendimento termodinamico è nettamente superiore rispetto alla caldaia cosiddetta “tradizionale”.
Questo ovviamente si traduce in bolletta con una riduzione media stimata fra il 20 e il 30%.

Minor impatto per l’ambiente

Precisamente le nuove caldaie vanno a recuperare il calore di condensazione dal vapore acqueo dei fumi della combustione, prima che vadano dispersi nell’ambiente esterno.

Questo - oltre a ottimizzare il rendimento energetico dell’impianto - si traduce in una notevole riduzione di emissioni NOx e CO2: meno energia consumata = meno sostanze nocive disperse (ossidi di azoto e monossido di carbonio).

Ulteriori vantaggi della caldaia a condensazione

Le caldaie a condensazione sono dotate di bruciatore a premiscelazione interno al dispositivo ventilatore controllato elettronicamente, che garantisce la costanza di rendimento.

Possono essere combinate con il solare termico per la produzione di acqua calda sanitaria, riducendo ulteriormente il fabbisogno energetico, e con sistemi di riscaldamento a pannelli radianti a parete e pavimento.

Non ultimo il vantaggio fiscale grazie alla detrazione del 65% per l’efficientamento energetico, prorogata dalla Legge di Bilancio 2017 (Legge n. 232 11.12.2016) fino al 31 dicembre 2017.

La detrazione spetta per interventi di sostituzione con caldaie a condensazione e messa a punto del sistema di distribuzione, fino a un valore massimo di 30.000 euro.

Caldaia a condensazione versus caldaia tradizionale
Cookies help us deliver our services. Using these services, you agree to the use of cookies on our part. Info