Support 800 335 335
News

News

  • Home
  • News
  • Ecobonus e cessione del credito
17/06/2019

Ecobonus e cessione del credito

Ecobonus e cessione del credito 1

L'Agenzia delle Entrate estende la cessione del credito per interventi di riqualificazione energetica effettuati su singole unità immobiliari.

L'Agenzia delle Entrate, con provvedimento n. 100372/2019, ha pubblicato le modalità per la cessione del credito corrispondente alle detrazioni fiscali spettanti per interventi volti al risparmio energetico, eseguiti sulle singole unità immobiliari degli edifici condominiali.
Gli aventi diritto potranno scegliere di cedere il credito alle ditte che hanno eseguito i lavori di riqualificazione energetica, al posto delle detrazioni.

Il credito cedibile si calcola sulla base della spesa sostenuta nel periodo d’imposta, conteggiando anche la parte pagata mediante cessione al fornitore.
Se l’intervento agevolabile coinvolge più di un fornitore, il credito cedibile è uguale alla detrazione calcolata sulle spese sostenute nei confronti dei fornitori.

Il credito d’imposta può essere ceduto da tutti i contribuenti beneficiari della detrazione (articolo 14, Dl 63/2013) e dai cessionari del credito che possono effettuare un’ulteriore cessione.

Il credito può essere ceduto ad aziende e fornitori che hanno eseguito i lavori; soggetti privati (persone fisiche, società, enti) connessi al rapporto che ha originato la detrazione; intermediari finanziari e istituti di credito, se il cessionario è un soggetto no tax area.

La cessione per spese sostenute nel 2018 va comunicata all'Agenzia entro il 12 luglio 2019 presso gli uffici territoriali, tramite posta certificata o sull’area riservata del sito, utilizzando l’apposito modello.
Il credito d’imposta sarà utilizzabile in compensazione tramite modello F24, da trasmettere attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate a partire dal 5 agosto 2019.

Per le spese sostenute nel 2019, la comunicazione va inviata entro febbraio 2020.
Il credito d’imposta sarà utilizzabile in compensazione sempre tramite modello F24 attraverso i servizi telematici dell’Agenzia, a partire dal 20 marzo 2020.

A seguito della comunicazione, l’Agenzia delle Entrate pubblicherà il credito d’imposta attribuito al cessionario nel “Cassetto fiscale” dell’area riservata del sito.
Il cessionario è tenuto ad accettare il credito (10 quote annuali) che potrà essere utilizzato, a partire dal 20 marzo dell’anno successivo alla spesa sostenuta. A tale pro, sarà necessario presentare il modello F24, usando il codice tributo attribuito dall’Agenzia delle entrate.

Per consultare il provvedimento clicca qui.

Cookies help us deliver our services. Using these services, you agree to the use of cookies on our part. Info