Support 800 335 335
News

News

  • Home
  • News
  • Fotovoltaico o Collettore Solare? Mini-guida alla scelta!
22/05/2018

Fotovoltaico o Collettore Solare? Mini-guida alla scelta!

Fotovoltaico o Collettore Solare? Mini-guida alla scelta! 1
Fotovoltaico o Collettore Solare? Mini-guida alla scelta! 2

Fotovoltaico o Collettore Solare? Entrambe le tecnologie sfruttano l’irradiazione solare per la produzione di energia. Il concetto è apparentemente simile, ma le applicazioni e le funzioni sono sostanzialmente diverse.

Grazie alle fonti rinnovabili abbiamo la possibilità di risparmiare e impattare meno sull’ambiente. Scegliendo il risparmio energetico, possiamo infatti godere di un ritorno economico immediato, con l’aumento delle prestazioni energetiche e del valore degli immobili.

Nella scelta della tecnologia da adottare vanno valutati i diversi fattori che incidono sulle prestazioni e sul rendimento energetico, a cominciare dalla zona geografica (nord, centro, sud), dall’esposizione solare, dalle caratteristiche dell’edificio, dal numero di persone che lo abitano e loro abitudini, ed infine dai reali consumi.

Fotovoltaico

Il Fotovoltaico sfrutta l’energia solare per produrre energia elettrica a corrente continua, che viene trasformata tramite tecnologia inverter in corrente alternata per l’autoconsumo domestico (istantaneo), generando un taglio immediato dei costi nella bolletta della luce.

L’energia elettrica che non viene consumata può essere venduta (immessa in rete al gestore) o accumulata in apposite batterie. Il pannello può essere posato a terra o sul tetto, ed essere abbinato a pompe di calore per la produzione di acqua calda sanitaria e/o produzione del riscaldamento invernale e del raffrescamento estivo.

L’acquisto di un impianto fotovoltaico è incentivato con la detrazione fiscale del 50% per la ristrutturazione edilizia, confermata dalla Nuova Legge di Bilancio 2018.

Collettore Solare

Il Solare Termico converte l’energia solare in energia termica per il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria, offrendo un’unica soluzione per il fabbisogno domestico, con un investimento facilmente ammortizzabile (circa 4/5 anni).

L’impianto, completo di collettori solari, accumulo e accessori, può essere installato in sostituzione alla caldaia tradizionale (che sfrutta combustibili fossili e derivati del petrolio) o essere integrato con caldaie a condensazione ad alta efficienza e pompe di calore per impianti di  riscaldamento.

L’acquisto di un impianto Solare Termico è incentivato dalle detrazioni fiscali del 65% per la riqualificazione energetica (Nuova Legge di Bilancio 2018) e dal Conto Termico 2.0.

Investimento a medio-lungo periodo

L’installazione di un impianto Solare Termico è una scelta “green” che garantisce numerosi vantaggi:

  • riduzione delle emissioni di CO2 in atmosfera
  • risparmio stimato sul riscaldamento dal 30 al 50%
  • perfetta integrabilità con caldaie a condensazione e altri fonti rinnovabili
  • aumento della classe energetica e del valore economico dell’immobile
  • detrazione di parte dei costi d’acquisto (Conto Termico 2.0) e detrazioni fiscali del 65%

Il Solare Termico è particolarmente indicato nelle zone maggiormente esposte all’irraggiamento solare, il costo di installazione è superiore ma la resa nettamente migliore.
Pertanto un collettore solare a circolazione forzata come Etasun di Baltur si conferma un ottimo investimento a medio-lungo termine.

Inizia a risparmiare adesso, chiedi consiglio al Punto Baltur più vicino a te!

 

Cookies help us deliver our services. Using these services, you agree to the use of cookies on our part. Info